Storie
Messaggio dell'amministratore delegato
A fuoco i risultati del primo trimestre 2018
I risultati del primo trimestre 2018:

  • indicano che alla crescita del 9,6% dell’Utile Netto del Gruppo contribuiscono tanto l’area di gestione operativa, quanto i buoni risultati dell’area di gestione finanziaria e fiscale, a conferma delle diverse dimensioni in cui Hera crea valore;
  • testimoniano il contributo positivo delle recenti acquisizioni, in particolare di Aliplast, che era entrata nel perimetro di Gruppo nell’aprile 2017, e la parallela crescita su base organica;
  • riflettono le dinamiche positive nelle diverse aree di business in cui Hera è impegnata, con un segno più marcatamente positivo da parte dell’area Gas, che nel primo trimestre conta anche su favorevoli fattori di natura stagionale;
  • provano, infine, come Hera stia crescendo in linea con il percorso disegnato dal Piano Industriale 2017-2021.

L’incremento di 163,5 mn€ dei Ricavi di Gruppo (+10,4%) beneficia del contributo netto di 23,5 mn€ dalle variazioni di perimetro, principalmente riconducibili alla partecipazione dell’80% in Aliplast (+26,4 mn€), leader italiana nel riciclo della plastica, e all’uscita di Medea (-3,7 mn€), che è stata ceduta a Italgas nel dicembre 2017. Su base omogenea i Ricavi si espandono di 140 mn€, sostenuti principalmente dalle maggiori attività di Trading (43 mn€) e dalle vendite più elevate di gas ed energia elettrica. Queste ultime riflettono l’aumento di prezzo delle commodity (6 mn€) e i maggiori volumi venduti (61 mn€), oltre a oneri di sistema e volumi vettoriati in crescita per circa 50 mn€.

A livello di MOL consolidato Hera ha registrato un progresso di 15,9 mn€ (+5,2%), frutto del contributo positivo della maggior parte delle aree di business. Particolarmente dinamica la performance dell’area del Gas, il cui MOL aumenta di 12,6 mn€, come riflesso della buona marginalità del trading e della crescita del 29% dei volumi venduti. Anche l’Area Ambiente ha offerto un contributo positivo (+2,5 mn€), grazie all’inclusione nel perimetro di consolidamento di Aliplast dall’aprile 2017, all’incremento dei prezzi a libero mercato per i rifiuti speciali e ai maggiori quantitativi trattati da Waste Recycling: fattori che hanno più che compensato i minori ricavi da produzione di energia elettrica. Nell’area Acqua, dove il MOL aumenta di 2,3 mn€, il fattore trainante di maggior rilievo è individuabile nell’incremento dei ricavi da somministrazione. Nell’area dell’Energia elettrica si è invece assistito a una riduzione di 3,1 mn€ a livello di MOL, principalmente per gli effetti della manutenzione della centrale di produzione energia elettrica di Teverola. Molto positivi invece i risultati in termini di volumi venduti (+23,7%) e di crescita della base clienti (+10,6%), che supera per la prima volta la soglia di 1 milione di utenti. La crescita è avvenuta tanto sul mercato libero quanto per il subentro nella fornitura dei clienti a maggior tutela del comune di Gorizia. MOL 1° trimestre 2018 - Suddivisione per aree di business

L’Utile Operativo di Gruppo aumenta del 5,5%, a un tasso leggermente superiore a quello del MOL (+5,2%): gli Ammortamenti crescono per effetto delle acquisizioni e degli investimenti nelle attività operative, mentre gli Accantonamenti al fondo svalutazione crediti diminuiscono, determinando perciò un assorbimento complessivo di 125,0 mn€ (+4,5%).

L’area gestione finanziaria presenta una riduzione di 5,6 mn€ degli oneri netti rispetto al primo trimestre 2017 (-24,3%), grazie all’indebitamento finanziario netto rimasto stabile (2.502,1 mn€ al 31.3.2018) e alle efficienze ottenute sul relativo costo; non trascurabili neppure i proventi dal recupero di interessi sui crediti scaduti di clienti in salvaguardia.

Nell’area di gestione fiscale il tax rate è rimasto in linea con il primo trimestre 2017, a un livello pari al 30,1%, come risultato della continua ricerca di ottimizzazioni fiscali offerte dalla legislazione vigente, riferibili al credito d’imposta per R&S, deduzione maggiorata degli ammortamenti e patent box.

L’Utile Netto dopo il Risultato di Terzi mette a segno un consistente incremento (+9,6%), raggiungendo perciò 120,5 mn€.

BILANCIO DI SOSTENIBILITA’ 2017
E’ on line dal 4 aprile 2018 il Bilancio di Sostenibilità 2017 di Hera, che propone rappresentazione dei contenuti in chiave di creazione di valore condiviso (CSV, Creating Shared Value). Per la prima volta, le metriche 2017 e gli obiettivi futuri sono presentati nel quadro dello scenario di sostenibilità in cui la Società si trova a operare. Il Report spiega perciò come la Società intende posizionarsi, anche in risposta alle aspettative delle comunità in cui è presente.

329 milioni di euro
MOL a valore condiviso
1/3 del totale
(+10% rispetto al 2016)

200 milioni di euro
Investimenti a valore condiviso
41% del totale

Stefano Venier
Stefano Venier
9 maggio 2018
Direttore responsabile:
Jens K. Hansen
Concept e contenuti editoriali:
Blue Arrow - Lugano